In questo blog voglio raccontare e trasmettere le storie di questi uomini diventati soldati e che oggi a cent’anni di distanza non vengano dimenticati.
Sono storie nella storia di quella che fu la Grande Guerra.
Questi caduti sono morti sul carso, in quei due anni e mezzo di sanguinose battaglie, molti di questi oggi riposano al sacrario di Redipuglia con un nome, ma per la maggior parte questo non è stato possibile. Voglio così onorare la loro memoria con questo mio tributo.

Vorranno dimenticarvi, vorranno che io dimentichi, ma non posso e non lo farò. Questa è la mia promessa a voi a tutti voi.

Vera Brittain

sabato 29 novembre 2014

S.Tenente MAGNI Francesco





165^ Batteria Bombardieri

Nato a Macerata 11 Agosto 1897
Morto sul Volkovnjak il 17 Agosto 1917
Sepolto al Sacrario di Redipuglia


Decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare 


Volontario di guerra e volontario nei bombardieri, seppe dare continua prova del suo valore. Rimasto solo Ufficiale con mezza batteria ed esposto ad intenso fuoco nemico d’artiglieria, seppe infondere nei suoi dipendenti la calma e la tranquillità, mantenendo il fuoco colla stessa intensità contro le linee nemiche. Moriva accanto ai suoi pezzi mentre adempieva inappuntabilmente il suo dovere di comandante di sezione. 
Carso, gennaio – agosto 1917


Note Storiche: Durante l'XI battaglia dell'Isonzo la 165^ Batteria bombarde 240L, faceva parte del XL Gruppo XI Corpo Armata.

Tratto dal suo Memoriale: Il S.Ten. Magni fu colpito a morte all'alba del 17 Agosto da una granata Austriaca assieme all'Aspirante Vernacci, nelle posizone della sua batteria. Fu sepolto poi Gradisca

Nella mappa le posizioni del Volkovnjak:


Nessun commento:

Posta un commento