In questo blog voglio raccontare e trasmettere le storie di questi uomini diventati soldati e che oggi a cent’anni di distanza non vengano dimenticati.
Sono storie nella storia di quella che fu la Grande Guerra.
Questi caduti sono morti sul carso, in quei due anni e mezzo di sanguinose battaglie, molti di questi oggi riposano al sacrario di Redipuglia con un nome, ma per la maggior parte questo non è stato possibile. Voglio così onorare la loro memoria con questo mio tributo.

Vorranno dimenticarvi, vorranno che io dimentichi, ma non posso e non lo farò. Questa è la mia promessa a voi a tutti voi.

Vera Brittain

venerdì 21 novembre 2014

S.Tenente SIFFREDI Angelo Edoardo




 89° Fanteria Brigata Salerno

 Nato a Imperia il 6 Maggio 1896
Morto a Hudi Log (Boscomalo) il 23 Maggio 1917
Sepolto a -------

Decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare


Sottotenente ( Fanteria , Comandante reparto speciale bombardieri dell' 89° reggimento ) luogo di nascita: Imperia (IM) Data del conferimento: 16- 8- 1918 D.L. alla memoria. Motivo del conferimento: Fulgido esempio di attività, fermezza e coraggio, con slancio e sangue freddo ammirabili, impugnando la pistola, alla testa del proprio plotone, lo trascinò all’attacco di una forte posizione. Ferito una prima volta al braccio destro, impugnò l’arma con la mano sinistra, continuando ad avanzare. Colpito successivamente al braccio sinistro, perdendo così l’uso di ambedue le braccia, continuò a procedere risolutamente e ad incoraggiare i suoi uomini. Giunto primo fra tutti nella trincea avversaria, mentre attendeva a riordinare il reparto, colpito nuovamente alla tempia, incontrava morte gloriosa sul campo. 
Boscomalo, 23 maggio 1917.

Note storiche: vedi Soldato Bianchi Angelo

Nessun commento:

Posta un commento