In questo blog voglio raccontare e trasmettere le storie di questi uomini diventati soldati e che oggi a cent’anni di distanza non vengano dimenticati.
Sono storie nella storia di quella che fu la Grande Guerra.
Questi caduti sono morti sul carso, in quei due anni e mezzo di sanguinose battaglie, molti di questi oggi riposano al sacrario di Redipuglia con un nome, ma per la maggior parte questo non è stato possibile. Voglio così onorare la loro memoria con questo mio tributo.

Vorranno dimenticarvi, vorranno che io dimentichi, ma non posso e non lo farò. Questa è la mia promessa a voi a tutti voi.

Vera Brittain

martedì 11 agosto 2015

Caporale VENTURI Celso




1° Fanteria Brigata Re


Nato a Savigno il 7 Agosto 1882
Morto sul Carso l'8 Dicembre 1916
Sepolto al Sacrario di Redipuglia





Note Storiche:

Il 1° Fanteria unitamente al 2° formava la Brigata Re, nel Dicembre 1916, dopo le tre offensive autunnali, che avevano portato la linea del fronte verso Castagnevizza del Carso, la Brigata Re occupava dal 28 Novembre fino al 31 Dicembre il tratto tra Castagnevizza e Hudi Log (Boscomalo), alle dipendenze della 47^ Divisione.
Il giorno 8 Dicembre 1916, nella notte verso le ore 2 il neico attacco' sulla fronte della 47^ Divisione occupato dal 202° fanteria, nonostante al fuoco di fucileria riesce a penetrare per un tratto di trincea.
Ma prontamente battuto dall'artiglieria ed energicamente contrattacato dalla fanteria e ricacciato.
Nella giornata ci fu un attività dell'artiglieria nemica che batte a varie riprese la fronte della 47^ e 34^ Divisione.
In questi bombardamenti cadde ucciso colpito in pieno da una granata il Caporale Venturi Celso, mentre si trovava nella Dolina Gabriella, il suo  corpo fu ridotto a minuti brandelli.




Dolina Gabriella mappa con indicata la  sua posizione  e foto attuali:


 





Ringrazio Federica Delunardo

Nessun commento:

Posta un commento